Barometro NPD CREST Tendenze della Ristorazione Commerciale in Italia

Milano, 1 marzo 2011 – NPD Group, società di ricerche di mercato a livello globale, mostra le tendenze della ristorazione commerciale in Italia nel 2010.

Definizione del mercato coperto da quest'analisi
La Ristorazione Commerciale è composta da due macro segmenti :

  • La Ristorazione a Servizio Completo – Full Service (trattorie, ristoranti, osterie e pizzerie con servizio al tavolo).
  • La Ristorazione Rapida – Quick Service (bar, fastfood, pizzerie al trancio, paninoteche, panetterie, gastronomie e tutto ciò che sia utilizzato come ristorazione veloce)

2010, la ripresa si fa ancora attendere
Secondo il panel NPD CREST (panel consumatori intervistati 365 giorni l'anno sulle visite e sui consumi alimentari fuori dalle mura domestiche), il mercato della ristorazione commerciale ha registrato una riduzione del -1,1% in atti di consumo (Traffico) nel corso del 2010. E' giusto ricordare che il mercato aveva già registrato nel 2009 un calo del -0,8% rispetto al 2008.

Lo scontrino medio individuale è stabile rispetto al 2009.

Secondo Francesco Verrastro, responsabile della divisione Foodservice di NPD Group : « Anche se sul totale 2010 registriamo ancora un calo dei consumi fuori casa, ci sono delle tendenze incoraggianti poiché nella seconda parte dell'anno è rallentata l'emorragia registrata nel 2009 e nel primo semestre 2010».

Un 2010 negativo….ma non per tutti

I ristoranti a servizio completo fanno registrare un -1,2% in termini di traffico, quasi alla pari del decremento del Quick Service (-1,1%). All'interno della ristorazione rapida però si registrano notevoli differenze tra canali emergenti (come il burger fast food e il fast food etnico) che sono in netta crescita, verso canali più tradizionali come Bar, Self Service e Gelaterie che hanno sofferto maggiormente la crisi.

A riguardo delle occasioni di consumo, sono quelle più legate ai consumi per necessità, prevalentemente negli orari lavorativi (snack di metà mattinata – pausa pranzo – snack pomeridiani), a far segnare trend negativi; tengono invece occasioni di consumo più legate al piacere personale (come la colazione) e alla convivialità (come la cena).

Gli Italiani hanno preferito, in questo periodo di crisi, rinunciare ad uno snack tra i pasti principali piuttosto che alla pausa pranzo al bar, ma hanno continuato a soddisfare se stessi con una dolce colazione fuori casa o con una cena tra amici; sono piccole soddisfazioni che alleviano alle tante rinunce derivanti dalla crisi.

Outlook per il 2011 
NPD GROUP ha maturato una decennale esperienza nel monitorare i consumi alimentari del Fuori Casa ; nel corso delle crisi congiunturali, abbiamo registrato le reazioni dei consumatori e l'approccio ai consumi extradomestici ; l'evidenza principale è che il mercato dell'Out of Home soffre generalmente meno la crisi rispetto ad altri comparti dell'economia ma, proprio per questo, fatica più di altri settori a venirne fuori.

Questa considerazione, unita al fatto che per l'Italia si prevede un'uscita dalla crisi più faticosa rispetto ad altre economie, ci fa pensare ad un trend per il 2011, specie nel primo semestre, ancora flat o leggermente negativo.


Share

 

Per saperne di più

Matteo Figura
Foodservice Manager, Italy
Tel. : +39 028500641
matteo.figura@npd.com

The NPD Group, Inc.
Viale Edoardo Jenner 53
Milano

Compila questo modulo per saperne di più !