Il Comparto Beauty nel 2010 inverte il trend negativo del 2009: una crescita a valore di quasi un punto percentuale

Milano 16 febbraio, 2011 – Secondo la ricerca continuativa condotta sul Mercato della Profumeria Selettiva in Italia da NPD Group, Inc., società leader nell'ambito delle Ricerche Panel, nel 2010 il comparto ha fatto registrare una contenuta crescita in termini di giro d'affari, incrementando dello 0,7% rispetto al 2009 grazie al contributo delle marche Prestige, che registrano una crescita dell'1,5%, invertendo quindi il trend negativo del 2009 che si era chiuso con una flessione del comparto del -3.5%

Italia - Mercato Beauty

  Euro Peso a Valore Trend Anno 2010 vs 2009
Total Beauty 1.989.880 K€ 100% +0,7%
Totale Fragranze 818.867 K€ 41% +3,6%
Totale Skincare 671.226 K€ 34% -3,0%
Totale Makeup 499.788 K€ 25% +1,1%

Fonte: The NPD Group / BeautyTrends

Fragranze
La categoria delle fragranze, che risulta essere la più importante all'interno del comparto, ha trainato in positivo il trend della categoria Beauty. Le vendite totali di fragranze, pari a 818,8 milioni di euro nell'anno 2010, sono aumentate in media di oltre il 3%. La dinamica positiva della categoria si è registrata in particolare nel secondo semestre dell'anno 2010. A questo andamento positivo hanno contribuito entrambi i principali segmenti di mercato: le fragranze femminili e le fragranze maschili.

Le confezioni regalo hanno avuto una performance decisamente positiva, aumentando di quasi +10% il loro giro d'affari a valore, in particolare quelle maschili cresciute del +16% mentre è un po' più contenuta la crescita delle confezioni regalo femminili che si attesta intorno al +6% . Il maggior contributo alla crescita del mercato proviene dall'impulso fornito da lanci importanti. Da segnalare nelle fragranze femminili quello di Armani Acqua di Gioia, Guilty di Gucci, Lady Million di Paco Rabanne, Belle d'Opium di YSL, ma anche grazie alle ottime performance di grandi classici come Hypnotic Poison di Dior, Narciso Rodriguez for Her e Alien di Thierry Mugler che rientrano tra i primi 10 brand più venduti nell'anno e che hanno fatto registrare tassi di crescita tra i più elevati rispetto allo scorso anno. Tra le fragranze maschili, l'impulso al mercato arriva dai lanci di Chanel con Bleu de Chanel, Gucci By Gucci Sport, Hugo Boss Night e DG the One Gentleman, nonché dalle ottime performance di 1 Million di Paco Rabanne, Terre d'Hermes e Dior Fahrenheit.

"Sul comparto dei profumi, oltre ai lanci di successo, le crescite dei "grandi classici" , grazie alle animazioni ed alle estensioni di linea, hanno determinato la performance positiva della categoria" ha evidenziato Sylvie Cagnoni, Beauty Director, The NPD Group.

Makeup
Anche i prodotti trucco, come le fragranze, hanno chiuso l'anno in positivo con una crescita del 1,1%, invertendo quindi il trend negativo del 2009. Anche in questo caso le confezioni regalo risultano essere un segmento dinamico, con una crescita del +15% sull'anno, seguita dal Make up unghie, grazie all'impulso dato dagli smalti. Più contenuta invece la crescita del segmento più importante del comparto trucco: il viso che cresce grazie ai fondotinta, crescita dovuta prevalentemente ai prodotti di base mentre i prodotti occhi continuano a soffrire facendo registrare una flessione del 1.3%, ad eccezione del segmento Mascara, la cui crescita è stata sostenuta da diversi lanci.

"Nel Makeup si confermano le buone performance dei prodotti star, delle edizioni limitate e delle collezioni stagionali con gamme di colori innovative" ha aggiunto Sylvie Cagnoni.

Skincare
Non si è chiuso molto bene il 2010 per la categoria dello Skincare che continua la sua flessione in termini di giro d'affari, seppur con un'intensità minore rispetto al 2009.Il trend negativo ha colpito tutti i macro segmenti, con l'unica eccezione che è quella, anche in questo caso, delle confezioni regalo e degli anti età.

" Viene confermata l'attenzione al prezzo da parte dei consumatori e questo si evince dal successo avuto dalle confezioni regalo più convenienti rispetto al prodotto base. Fenomeno trasversale a tutte le categorie del comparto beauty" ha evidenziato Sylvie Cagnoni. "Nello skincare, inoltre, sempre in funzione della ricerca della convenienza hanno avuto successo le maxi taglie. In generale nonostante il calo generalizzato dello skincare si evidenziano segnali positivi per i prodotti sieri anti–età grazie alle buone performance degli evergreen ed alcuni lanci di successo ma grazie anche all'utilizzo, per la prima volta, del mezzo televisivo da parte di marchi importanti" ha concluso Sylvie Cagnoni.


For more info

Press Release Contact Form


 

Share

 

For more info

Eleonora Gandini
PR Consultant Italy
Tél.: +39 3480528567
Email

The NPD Group, Inc.
900 West Shore Road
Port Washington, NY 11050

Compila questo modulo per saperne di più !